vicente aleixandre

come una superficie che un battello ferisce – vicente aleixandre

mimmo jodice

mimmo jodice

il tuo cuore gemello del mio,
alta roccia da cui una breve figura
muove le braccia che quasi non vedo, ma che odo;
invisibile punto dove una tosse o un petto ancora anelo
giunge quasi sia l’ombra delle braccia perdute.

il tuo cuore gemello come un uccello in terra,
come la palla in fuga che ha piegato le ali, ...>>

Tags: ,

martedì 2 luglio, 2013 8:45:43 silenzi Nessun commento

questo fiume luminoso – aleixandre vicente

edvard munch

edvard munch

non avvicinarti.
la tua fronte, la tua infuocata fronte, la tua accesa fronte,
le impronte di certi baci,
questo bagliore che anche di giorno si vede se t’avvicini,
questo bagliore contagioso che mi rimane in mano,
questo fiume luminoso dove immergo le braccia,
dove non oso quasi bere,
per timore poi d’una vita d’ura ornai d’astro brillante.

 

non voglio che tu viva in me come vive la luce,
con questo isolamento di stella che si unisce alla sua luce, ...>>

Tags: ,

mercoledì 14 marzo, 2012 14:35:17 visioni Nessun commento

con generosità lieta di astro – aleixandre vicente

man ray

man ray

quando contemplo il tuo corpo disteso
come un fiume che non cessa mai di passare,
come un limpido specchio dove cantano uccelli
e dà gioia sentire il giorno come albeggia.

quando guardo i tuoi occhi, profonda morte o vita che mi chiama,
canzone da un profondo che sospetto;
o vedo la tua forma, la tua fronte serena,
pietra lucente ove i miei baci brillano,
come rocce che specchiano un sole che non cala.

quando accosto il mio labbro a quell’incerta musica,
al rumore di quanto è sempre giovane,
dell’ardore terrestre che canta in mezzo al verde,
umido corpo in perpetuo trascorrere
come amore felice che va e torna ...>>

Tags: ,

lunedì 12 settembre, 2011 16:00:58 respirare Nessun commento