anish kapoor

al sussulto del sangue – cesare pavese

anish kapoor

anish kapoor

c’è un giardino chiaro, fra mura basse,
di erba secca e di luce, che cuoce adagio
la sua terra. è una luce che sa di mare.
tu respiri quell’erba. tocchi i capelli
e ne scuoti il ricordo.

ho veduto cadere
molti frutti, dolci, su un’erba che so,
con un tonfo. così trasalisci tu pure
al sussulto del sangue. ...>>

Tags: ,

venerdì 4 gennaio, 2013 11:27:23 silenzi Nessun commento

sarebbe la grazia – anna maria carpi

anish kapoor

anish kapoor

il mio cuore ha l’accesso stretto
il sangue non ci passa facilmente
o rigurgita o rimane dentro,
così gli altri non sanno
che passione ho per loro ...>>

Tags: ,

venerdì 4 gennaio, 2013 11:06:11 visioni Nessun commento

inseguire la verticalità – cormac mccarthy

anish kapoor

anish kapoor

l’oscurità in cui si svegliava in quelle notti era cieca e impenetrabile.
un’oscurità che faceva male alle orecchie a forza di ascoltare.
spesso non poteva fare a meno di alzarsi. non un suono oltre al vento fra gli alberi nudi e anneriti.
si alzò in piedi e rimase lì, vacillante in quel buio freddo e autistico, le braccia tese per mantenersi in equilibrio mentre calcoli vestibolari in corso nel suo cervello sfornavano risultati.
una vecchia storia. inseguire la verticalità.
non c’è caduta che non vada per gradi. ...>>

Tags: ,

domenica 9 dicembre, 2012 18:24:59 visioni Nessun commento

con quale sangue – odisseas elitis

anish kaapor

anish kaapor

con quali pietre quale sangue e quale ferro
con quale fuoco siamo fatti
mentre sembriamo solo nuvola
e ci lapidano e ci chiamano
sognatori
come viviamo giorno e notte
solo Dio lo sa

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 23 febbraio, 2012 10:56:00 respirare Nessun commento

mi sanguina la spalla – manuel altolaguirre

anish kapoor

anish kapoor

appoggiata alla mia spalla
sei la mia ala destra
come se tu spiegassi
e le tue tenere penne,
m’innalzan le tue parole
a un candidissimo cielo.
esultanza. silenzio.
seduto ora al mio tavolo,
mi sanguina la spalla,
la tua assenza mi duole.

ordinabile presso

Tags: ,

mercoledì 14 settembre, 2011 20:38:09 angeli feriti qualunque Nessun commento

in un estraneo rifugio silenzioso – rainer maria rilke

anish kapoor

anish kapoor

come potrei trattenerla in me,
la mia anima, che la tua non sfiori;
come levarla, oltre te, ad altre cose?
ah, potessi nasconderla in un angolo
perduto nella tenebra, un estraneo
rifugio silenzioso che non seguiti
a vibrare se vibri il tuo profondo.
ma tutto quello che ci tocca, te
e me, insieme ci prende come un arco
che da due corde un suono solo rende.
su qual strumento siamo tesi, e quale
violinista ci tiene nella mano?

ordinabile presso

Tags: ,

mercoledì 14 settembre, 2011 20:13:30 visioni Nessun commento

senza essere angelo – manuel altolaguirre

anish kapoor

anish kapoor

non posso sapere le ore
che accumulo lungi da te.
un sole implacabile vieta
che il tempo passi. non arriva
la notte mai. io volo
sotto una luce ch’é morte,
luce che accerchia il tuo mondo,
luce che, s’io non corressi
la corsa dell’astro,
sarebbe per me l’aurora.
felice te, che non hai
luce costante; che godi
notte e giorno nell’anima. ...>>

Tags: ,

lunedì 12 settembre, 2011 16:26:14 angeli feriti qualunque Nessun commento

dita per tappare i fori – jonathan safran foer

anish kapoor

anish kapoor

dietro la sua finestra brod manteneva un accurato equilibrio, mai permettendo agli uomini di avvicinarsi troppo, mai permettendo loro di andare troppo alla deriva. aveva un bisogno disperato di loro, non solo per i favori, non solo per quello che avrebbe potuto ottenere a vantaggio di yankel e di se stessa e che yankel non poteva permettersi, ma perché fornivano dita per tappare i fori della diga che tratteneva la verità a lei nota: cioè che non amava la vita. che non c’era una ragione convincente per vivere

ordinabile presso

Tags: ,

lunedì 22 agosto, 2011 11:30:35 angeli feriti qualunque Nessun commento

sangue, sguardo e gesto – rainer maria rilke

anish kapoor

anish kapoor

oh, ma con i versi si fa ben poco, quando li si scrive troppo presto. bisognerebbe aspettare e raccogliere senso e dolcezza per tutta una vita e meglio una lunga vita, e poi, proprio alla fine, forse si riuscirebbe poi a scrivere dieci righe che fossero buone. poiché i versi non sono, come crede la gente, sentimenti (che si hanno già presto), sono esperienze. per un solo verso si devono vedere molte città, uomini e cose, si devono conoscere gli animali, si deve sentire come gli uccelli volano, e sapere i gesti con cui i fiori si schiudono al mattino. ...>>

Tags: ,

venerdì 19 agosto, 2011 18:07:34 respirare Nessun commento

fuori del sigillo – giorgio manganelli

anish kapoor

anish kapoor

io non ho prova della mia esistenza
se non per questo
dolore continuo dell’orecchio,
una lettera d’amico,
il gusto denso della birra
contro le gengive.
fuori del sigillo
della paura ininterrotta
non ho altro indizio
della mia continuità

ordinabile presso

Tags: ,

lunedì 13 giugno, 2011 11:40:14 angeli feriti qualunque Nessun commento

nel tumulto del cuore – boris pasternak

anish kapoor

anish kapoor

in ogni cosa ho voglia di arrivare
sino alla sostanza.
nel lavoro, cercando la mia strada,
nel tumulto del cuore.

sino all’essenza dei giorni passati,
sino alla loro ragione,
sino ai motivi, sino alle radici,
sino al midollo.

eternamente aggrappandomi al filo
dei destini, degli avvenimenti,
sentire, amare, vivere, pensare,
effettuare scoperte.

oh, se mi fosse dato, se potessi
almeno in parte,
mi piacerebbe scrivere otto versi
sulle proprietà della passione. ...>>

Tags: ,

giovedì 3 marzo, 2011 14:38:27 respirare Nessun commento

sogni che escono dal mio cuore a fiotti – pablo neruda

anish kapoor

anish kapoor

sfortunatamente non ho da darti che unghie
o ciglia, o pianoforti liquefatti,
o sogni che escono dal mio cuore a fiotti,
sogni polverosi che corrono come cavalieri neri,
sogni pieni di velocità e sventure

ordinabile presso

Tags: ,

venerdì 28 gennaio, 2011 13:18:14 visioni Nessun commento

una selvaggia infanzia sul mio cuore – rainer maria rilke

anish kapoor

anish kapoor

a lou andreas-salome

I:

mi ritenevo più che aperto, dimenticavo
che fuori non esistono solo cose
e animali a proprio agio con loro stessi,
il cui sguardo esce
dalla rotondità della propria vita, come
un ritratto incorniciato;
dimenticavo che io continuamente
con tutto ciò che facevo ammassavo in me
sguardi: sguardi, opinione, curiosità.
chissà: nello spazio si formano occhi, ...>>

Tags: ,

lunedì 6 settembre, 2010 12:16:11 angeli feriti qualunque Nessun commento

nella sete il mio emblema – alejandra pizarnik

anish kapoor

anish kapoor

per riconoscere nella sete il mio emblema
per significare l’unico sogno
per non aggrapparmi mai di nuovo
all’amore
sono stata tutta un’offerta
un puro errare
di lupa nel bosco
nella notte dei corpi
per dire la parola innocente

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 24 giugno, 2010 11:35:28 angeli feriti qualunque Nessun commento

in loving memory – david foster wallace

anish kapoor - ascension

anish kapoor - ascension

la persona che ha una così detta “depressione psicotica” e cerca di uccidersi non lo fa aperte le virgolette “per sfiducia” o per qualche altra convinzione astratta che il dare e avere nella vita non sono in pari. e sicuramente non lo fa perché improvvisamente la morte comincia a sembrarle attraente. la persona in cui l’invisibile agonia della cosa raggiunge un livello insopportabile si ucciderà proprio come una persona intrappolata si butterà da un palazzo in fiamme.
non vi sbagliate sulle persone che si buttano dalle finestre in fiamme. il loro terrore di cadere da una grande altezza è lo stesso che proveremmo voi o io ...>>

Tags: ,

mercoledì 13 gennaio, 2010 18:06:09 angeli feriti qualunque Nessun commento

traboccare da se stessi – giuseppe conte

anish kapoor - blood solid

anish kapoor - blood solid

l’amore vero, tu lo sai, è volere
la gioia di chi non ci appartiene
è questo uscire, traboccare
da se stessi come il sangue dalle vene ...>>

Tags: ,

sabato 2 gennaio, 2010 17:53:21 respirare Nessun commento

quando si riebbe dalla vertigine violenta – federigo tozzi

anish kapoor - her blood

anish kapoor - her blood

allora egli, voltandosi a lei con uno sguardo pieno di pietà e di affetto, ...>>

Tags: ,

lunedì 28 dicembre, 2009 9:56:33 angeli feriti qualunque Nessun commento

qui – gabriel garcía márquez

anish kapoor - blood solid

anish kapoor - blood solid

…ricordando tutte queste cose…ursula…chiedeva a Dio senza timore se credeva davvero che la gente fosse fatta di ferro per poter sopportare tante pene e mortificazioni; e chiedendo e chiedendo andava attizzando la sua stessa esarcebazione e sentiva un’irreprimibile voglia di lasciarsi andare a imprecare come un forestiero ...>>

Tags: ,

domenica 27 dicembre, 2009 20:05:51 angeli feriti qualunque Nessun commento