alejandra pizarnik

questa cospirazione dell’invisibilità – alejandra pizarnik

liu bolin

liu bolin

in questa notte in questo mondo
le parole del sogno dell’infanzia della morta
non è mai questo ciò che uno vuole dire
la lingua natale castra
la lingua è un organo di conoscenza
del fallimento di ogni poema
castrato dalla sua stessa lingua
che è l’organo della ri-creazione
del ri-conoscimento
ma non quello della ri-surrezione ...>>

Tags: ,

lunedì 7 gennaio, 2013 19:15:13 silenzi Nessun commento

l’unica cosa che esiste – alejandra pizarnik

robert indiana

robert indiana

so poco della notte
ma la notte sembra sapere di me,
e in più, mi cura come se mi amasse,
mi copre la coscienza con le sue stelle.
forse la notte è la vita e il sole la morte.
forse la notte è niente
e le congetture sopra di lei niente
e gli esseri che la vivono niente.
forse le parole sono l’unica cosa che esiste
nell’enorme vuoto dei secoli
che ci graffiano l’anima con i loro ricordi

 

ordinabile presso

Tags: ,

martedì 31 luglio, 2012 14:15:22 silenzi Nessun commento

guardare una rosa – alejandra pizarnik

cy twombly

cy twombly

la ribellione consiste nel guardare una rosa
fino a polverizzarsi gli occhi

la rebelión consiste en mirar una rosa
hasta pulverizarse los ojos

ordinabile presso

Tags: ,

mercoledì 8 febbraio, 2012 18:46:13 silenzi Nessun commento

mi mangia e mi beve – alejandra pizarnik

francesca woodman

francesca woodman

la poesia che non dico,
quella che non merito.
paura di essere due
sulla via dello specchio:
qualcuno che dorme in me
mi mangia e mi beve

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 17 novembre, 2011 20:10:41 angeli feriti qualunque Nessun commento

i miei occhi sono chiavi – alejandra pizarnik

michael kenna

michael kenna

quando mi guardi
i miei occhi sono chiavi,
il muro ha segreti,
il mio timore parole, poesie.
solo tu fai della mia memoria
una viaggiatrice affascinata,
un fuoco incessante.

ordinabile presso

Tags: ,

sabato 1 ottobre, 2011 8:46:25 visioni Nessun commento

un rumore di lillà che si rompe – alejandra pizarnik

odilon redon

odilon redon

(a cristina campo)

sono le mie voci che cantano
affinché non cantino loro,
gli imbavagliati grigi nell’alba,
i vestiti di un uccello devastato nella pioggia.

c’è, nell’attesa,
un rumore di lillà che si rompe.
e c’è, quando arriva il giorno,
una partizione del sole in piccoli soli neri.
e quando è notte, sempre,
una tribù di parole mutilate
cerca asilo nella mia gola,
perché non cantino loro,
i funesti, i padroni del silenzio.

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 22 settembre, 2011 8:58:40 angeli feriti qualunque Nessun commento

tutto è angelo – alejandra pizarnik

bill viola - departing angel (from five angels for the millennium)

bill viola - departing angel (from five angels for the millennium)

da questa sponda.
anche se l’amato
brilla nel mio sangue
come una stella collerica,
mi alzo dal mio cadavere
e attenta a non calpestare il mio sorriso morto
vado incontro al sole.

da questa sponda di nostalgia
tutto è angelo. ...>>

Tags: ,

venerdì 23 luglio, 2010 13:57:22 angeli feriti qualunque Nessun commento

nella sete il mio emblema – alejandra pizarnik

anish kapoor

anish kapoor

per riconoscere nella sete il mio emblema
per significare l’unico sogno
per non aggrapparmi mai di nuovo
all’amore
sono stata tutta un’offerta
un puro errare
di lupa nel bosco
nella notte dei corpi
per dire la parola innocente

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 24 giugno, 2010 11:35:28 angeli feriti qualunque Nessun commento

cela la sua antica ombra – alejandra pizarnik

salvatore marrazzo - attese

salvatore marrazzo - attese

questo lillà perde i fiori. ...>>

Tags: ,

martedì 26 gennaio, 2010 9:56:34 silenzi Nessun commento

mi nutro – alejandra pizarnik

alejandra pizarnik

alejandra pizarnik

mi nutro di ...>>

Tags:

martedì 22 dicembre, 2009 9:53:15 angeli feriti qualunque Nessun commento