costretto a essere me – valerio magrelli

arno rafael minkkinen

arno rafael minkkinen

mia debolezza, debolezza mia,
ma che devo fare con te?
ho cinquant’anni e tremo
quando tuona, e sbaglio ancora posto
come quando sbagliai banco all’asilo.
ho un corpo trapunto da graffe,
il sonno come un campo di macerie,
la forza che si sbriciola, la memoria in frantumi,
e in questo grande sfascio l’unica intatta resti tu,
mia ferita, mio graal, codice a barre
di un estraneo che e’ leso,
che e’ fallato, che e’ costretto
a essere me.
mia debolezza, talpa del nemico,
creaturina indifesa che mi rendi indifeso,
il solo, vero premio della morte
sara’ saperti morta insieme a me,
mio motore,
mio orrore,
mia consustanziale sconfitta.

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 3 marzo, 2011 17:48:27 angeli feriti qualunque

1 commento to costretto a essere me – valerio magrelli

Leave a Reply