amore in buca – daniele pugliese

anselm kiefer - anni di solitudine

anselm kiefer - anni di solitudine

la pubblicazione di quel breve dizionario enciclopedico dei neologismi della lingua italiana lo indusse a considerare l’ipotesi di arricchire le definizioni che stava spedendo ormai da 58 anni, 1 mese e 3 giorni con altre tratte da altri dizionari. in fondo si era affidato ciecamente al commesso della libreria nell’acquistare i due vocabolari che aveva fatto a pezzi e non si era curato di accertare se fossero i migliori in commercio. sapeva che godevano di una buona fama e che agli autori del testo veniva attribuita competenza e autorevolezza. l’opera si era guadagnata il riconoscimento di essere completa, moderna, efficace e non era inusuale, passando davanti alle scuole della città, vedere degli studenti che ne avevano una copia sotto il braccio. e tuttavia non era da escludere che altri dizionari in commercio superassero in prestigio e chiarezza, con voci più ampie e resoconti più dettagliati, quelli acquistati in quella libreria del centro.

la nuova prospettiva che si apriva ai suoi occhi era affascinante. pensò che escher avrebbe potuto descriverla magnificamente con le immagini e borges con le parole. era affascinante ma rischiava di vanificare il lavoro svolto. cercò di informarsi sugli altri titoli in catalogo, chiedendo, sempre al suo affezionato libraio, che ormai lo attendeva dietro al banco con la mano destra nascosta nel taglio della giacca e quella sinistra riposta dietro ai fianchi, se poteva consultare i dizionari pubblicati dalle altre case editrici, per verificare di persona, con dei saggi a caso, il confronto tra tutte quelle opere. tanto i giudizi che raccolse in giro – tra cui quello basilare del libraio che evidentemente lo aveva scambiato per qualcun altro, perché ogni volta che lo salutava, gli ripeteva chissà perché «arrivederci nelson, ci rivedremo presto!» –, quanto l’expertise che lui stesso eseguì su ben 18 diversi dizionari, lo rappacificarono con se stesso, fugandogli ogni titubanza. la scelta che aveva fatto 58 anni, 1 mese e 27 giorni prima era stata la migliore.

decise tuttavia di acquistare quei 18 volumi perché non escludeva in alcuni casi di poter aggiungere ai suoi ritagli qualche particolare, un esempio riportato che mancava al suo dizionario enciclopedico della lingua italiana o comunque di poter arricchire la definizione con un’interessante sfumatura aggiuntiva. il libraio si felicitò con lui per il cospicuo acquisto, chiedendogli se anche di quelli ne avesse volute tre copie, e al seccato rifiuto rispose incurante con un: «ma il bello verrà in russia».

ordinabile presso

Tags: ,

martedì 19 gennaio, 2010 22:13:17 silenzi

Leave a Reply