l’istante sublime – silvia plath

graziano spinosi

graziano spinosi

per me il presente è l’eternità e l’eternità è sempre in movimento, scorre, si dissolve. questo attimo è vita. e quando passa, muore. ma non si può ricominciare a ogni nuovo attimo, ci si deve basare su quelli già morti. è un po’ come le sabbie mobili…senza scampo fin dall’inizio. un racconto, un quadro possono far rivivere un poco la sensazione, ma mai abbastanza, mai abbastanza. niente è reale, eccetto il presente, e io mi sento già soffocare sotto il peso dei secoli. un centinaio di anni fa una ragazza ha vissuto come vivo io. poi è morta. io sono il presente, ma so che anch’io me ne andrò. l’istante sublime, la fiamma che consuma arriva e subito scompare: sabbie mobili, sempre. e io non voglio morire

ordinabile presso

Tags: ,

lunedì 26 dicembre, 2011 20:39:34 visioni

Leave a Reply