alla ricerca – giorgio manganelli

maurizio nicosia

maurizio nicosia

fin dall’infanzia ho amato le nozioni peregrine e inutili, prediletto gli animali sconfitti, le razze prossime all’estinzione, i paesi minuscoli, illustri solo per il cromatismo chiassoso dei francobolli, e i vessilli sgargianti; le tribù legate a rituali inintellegibili, le lingue laboriose, intricate, e parlate da pochi e selvatici montanari, chiusi tra gole inaccessibili, nutriti di licheni, di aspro latte caprino, oltre il limite impervio degli abeti; ho indugiato a rintracciare le vicende di minuscole sette, sterminate dall’onesta ferocia degli ortodossi; ho fantasticato le vite e le vicende di imperatori noti solo per una moneta, un sesterzo dei pochi che gli riuscì a far coniare, fra la loro fantastica elezione al soglio, e la loro precipitosa, forse violenta e disgustosa morte. in breve: un che di inutile mi pare necessario alla ricerca di cosa che sia degna di amore

ordinabile presso

Tags: ,

martedì 29 novembre, 2011 20:48:55 visioni

Leave a Reply