angeli feriti qualunque

l’errore, lo sforzo, lo scrupolo, la nera schiena del tempo – javier marìas

roman opalka

roman opalka

…tutto è così anche se ce ne dimentichiamo e non ci pensiamo per rimanere attivi e per continuare ad agire senza sapere, decidere senza sapere e percorrere i passi avvelenati; tutto è così camminare per la strada scelta o salire su una macchina il cui conducente ci invita dal suo sedile tenendo la portiera aperta, volare in aereo o rispondere al telefono, uscire per cena o restare in albergo guardando distrattamente dalla finestra alla ghigliottina, compire gli anni e crescere e continuare a compierne per essere arruolato, fare il gesto di dare un bacio che scatena altri baci che ci faranno fermare e di cui renderemo conto, chiedere o accettare un lavoro, e stare a vedere come il temporale si prepara senza metterci al riparo, bere una birra e guardare le donne sui loro sgabelli davanti a un banco, ...>>

Tags: ,

martedì 15 luglio, 2014 10:11:18 angeli feriti qualunque Nessun commento

essere viva fino allo scortico – mariangela gualtieri

edgar degas

edgar degas

volevo tutte le sbandate
essere viva fino allo scortico
essere tavolo pietra bestiale essere
bucare la vita coi morsi
infilare le mani in suo pulsare
di vita scavare la vita scrostarla
sfondarla spericolarla battermi con lei fino
ai suoi sigilli.
per amore- per amore- tutto per amore

mariangela gualtieri, chioma, in fare ponte (la musica del diavolo),
testo dell’omonimo spettacolo di teatro valdoca, cesena, 2003

Tags: ,

martedì 22 gennaio, 2013 16:02:21 angeli feriti qualunque Nessun commento

come fosse un corteo – mario benedetti

jan van huysum

jan van huysum

ho una solitudine
così affollata
così piena di nostalgie
e di volti di te
di congedi passati
e baci benvenuti
alla prima occasione
e in ultimo termine

 

ho una solitudine
così affollata
che posso organizzarla
come fosse un corteo ...>>

Tags: ,

lunedì 14 gennaio, 2013 18:00:13 angeli feriti qualunque Nessun commento

di utopie e apocalissi – anna maria carpi

gustave courbet

gustave courbet

dicono tutti:
“ah, la voluttà del proibito!”
io non capisco.
io non ho mai cercato che il permesso,
le porte aperte,
le stanze calde,
e come arrivare alla sala del trono.

io sempre in prima fila
quando c’è da sperare, ...>>

Tags: ,

mercoledì 26 dicembre, 2012 12:03:22 angeli feriti qualunque Nessun commento

una sete sconosciuta – juan vicente piqueras

jean-leon gerome

jean-leon gerome

io serbo nel luogo del cuore,
come un clessidra,
il sussurro prefissato del sangue,
la mia perdizione, la mia infanzia affondata,
la sorgente di una sete sconosciuta

ordinabile presso

Tags: ,

domenica 23 dicembre, 2012 13:54:53 angeli feriti qualunque Nessun commento

nero tempesta, viola – virginia woolf

francis bacon

francis bacon

ma d’altra parte, mentre voi siete così diversi e cambiate mille volte a seconda delle idee e delle risate degli altri, io invece resterò sempre cupa, nero tempesta, viola

ordinabile presso

Tags: ,

martedì 11 dicembre, 2012 19:56:54 angeli feriti qualunque Nessun commento

per pura diplomazia – gesualdo bufalino

giuseppe de nittis

giuseppe de nittis

vi sono suicidi invisibili.
si rimane in vita per pura diplomazia, si beve, si mangia, si cammina.
gli altri ci cascano sempre ma noi sappiamo, con un riso interno, che si sbagliano, che siamo morti

 

ordinabile presso

Tags: ,

domenica 25 novembre, 2012 19:45:13 angeli feriti qualunque Nessun commento

che triste sbaglio – dino buzzati

vincent van gogh

vincent van gogh

che triste sbaglio, pensò drogo, forse tutto è così, crediamo che attorno ci siano creature simili a noi e invece non c’è che gelo, pietre che parlano una lingua straniera, stiamo per salutare l’amico ma il braccio ricade inerte, il sorriso si spegne, perché ci accorgiamo di essere completamente soli

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 20 settembre, 2012 21:56:10 angeli feriti qualunque Nessun commento

noi siamo i vinti – pier vittorio tondelli

egon schiele

egon schiele

noi siamo i vinti.
noi che non sappiamo amare e viviamo di sogni
e il tempo dell’illusione svanisce
lasciandoci tentennanti del nostro dolore.
noi che affidiamo ogni nostra decisione
al bizzarro rotolare di una moneta
incapaci di ergerci.
noi siamo i vinti
che ci crogioliamo nella nostra malinconia
e ci inebriamo di dolcezze struggenti, ...>>

Tags: ,

sabato 15 settembre, 2012 23:37:50 angeli feriti qualunque Nessun commento

c’è un vento che ti giunge – cesare pavese

maurizio nicosia

maurizio nicosia

tu sei come una terra
che nessuno ha mai detto.
tu non attendi nulla
se non la parola
che sgorgherà dal fondo
come un frutto tra i rami.
c’è un vento che ti giunge.
cose secche e rimorte
t’ingombrano e vanno nel vento.
membra e parole antiche.
tu tremi nell’estate

ordinabile presso

Tags: ,

mercoledì 18 luglio, 2012 13:10:54 angeli feriti qualunque Nessun commento

io ero l’albero e il mondo era il fiume – jonathan safran foer

odilon redon

odilon redon

a mio figlio non nato: non sono stato sempre in silenzio, prima parlavo, parlavo, parlavo, parlavo e non riuscivo a tenere la bocca chiusa, il silenzio si è impadronito di me come un cancro, successe una delle prime volte che mangiavo in america, quando tentai di dire al cameriere: ‘il modo in cui mi ha dato quel coltello mi ricorda..’ ma non riuscii a finire la frase, il nome di lei non usciva, ci riprovai e non usciva ancora, lei era chiusa dentro di me, che strano, pensai, che frustrazione, che cosa patetica, che tristezza, tirai fuori una penna e scrissi sul tovagliolo ‘anna’, poi risuccesse due giorni dopo, e il giorno dopo ancora, lei era l’unica cosa di cui volessi parlare, ...>>

Tags: ,

giovedì 28 giugno, 2012 21:39:55 angeli feriti qualunque Nessun commento

vetri opachi – fernando pessoa

francesca woodman

francesca woodman

ho avuto desideri, ma mi è stata negata la ragione di averli. per ogni cosa ho esitazione, spesso senza sapere perché. non ho mai avuto l’ arte di vivere in maniera attiva. ho sempre sbagliato i gesti che nessuno sbaglia. ho sempre fatto il possibile per tentare di fare quello che tutti sanno fare. voglio sempre ottenere ciò che gli altri riescono a ottenere senza volerlo. fra me e la vita ci sono sempre stati dei vetri opachi… non ho mai saputo se era eccessiva la mia sensibilità per la mia intelligenza o la mia intelligenza per la mia sensibilità. ...>>

Tags: ,

lunedì 21 maggio, 2012 19:26:59 angeli feriti qualunque Nessun commento

quasi profeticamente – milena jesenská/franz kafka

piet mondrian

piet mondrian

[…] lo conoscevano in pochi perché era un individuo solitario, un uomo sapiente, spaventato dal mondo. da anni era affetto da una malattia polmonare e sebbene la curasse, tuttavia consapevolmente la nutriva e incoraggiava col pensiero. quando l’animo e il cervello non riescono più a tollerare il peso, scrisse una volta in una lettera, i polmoni se ne addossano la metà, affinché esso perlomeno sia meglio distribuito. cosí fu anche per la sua malattia. essa gli conferiva una delicatezza quasi stupefacente, un raffinamento d’ingegno del tutto alieno da compromessi; ma lui, l’uomo, aveva scaricato sulla malattia tutta la propria angoscia intellettuale. era timido, timoroso, delicato e buono, ma i suoi libri sono crudeli e dolorosi. nel mondo scorgeva invisibili demoni, che straziano e distruggono l’essere umano indifeso. ...>>

Tags: , ,

mercoledì 9 maggio, 2012 14:16:37 angeli feriti qualunque Nessun commento

tutte le ferite – erri de luca

massimo rocchi

massimo rocchi

considero valore tutte le ferite

ordinabile presso

Tags: ,

venerdì 3 febbraio, 2012 18:13:33 angeli feriti qualunque Nessun commento

da straniero – italo calvino

edvard munch

edvard munch

il luogo ideale per me è quello in cui è più naturale vivere da straniero

ordinabile presso

Tags: ,

venerdì 20 gennaio, 2012 11:58:09 angeli feriti qualunque Nessun commento

non abbiamo fuoco – shu ting

vilhelm hammershoi

vilhelm hammershoi

forse le nostre ansie
non hanno lettori
forse la strada è sbagliata fin dall’inizio
e sbagliata sarà anche alla fine
forse le lanterne che ad una ad una accendiamo
il vento una a una le spegnerà
forse bruciamo la vita per illuminare gli altri
e non abbiamo fuoco per riscaldare noi stessi
forse quando tutte le lacrime saranno versate
la terra sarà più fertile ...>>

Tags: ,

giovedì 19 gennaio, 2012 15:11:48 angeli feriti qualunque Nessun commento

non è molto difficile – david grossman

edvard munch

edvard munch

non si può guarire solo con le parole. ammalarsi sì. probabilmente non è molto difficile

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 19 gennaio, 2012 14:57:49 angeli feriti qualunque Nessun commento

un’eco degli urli furibondi – james joyce

maurizio nicosia

maurizio nicosia

con il suo mostruoso modo di vivere gli parve di essersi posto oltre i limiti della realtà. nulla lo commuoveva né gli parlava dal mondo reale a meno che non udisse in esso un’eco degli urli furibondi dentro di sé

ordinabile presso

Tags: ,

venerdì 13 gennaio, 2012 19:29:51 angeli feriti qualunque Nessun commento

quanto a me – anne sexton

massimo rocchi

massimo rocchi

quanto a me, io sono un acquerello.
mi dissolvo

Tags: ,

mercoledì 11 gennaio, 2012 20:11:18 angeli feriti qualunque 1 commento

cominciamo – vivian lamarque

martin munkacsi

martin munkacsi

poter domani
il foglio di bella
della vita cominciare
correggere la brutta cancellare ...>>

Tags: ,

domenica 1 gennaio, 2012 9:48:33 angeli feriti qualunque Nessun commento

un atlante di percorsi sbarrati – pier vittorio tondelli

pier vittorio tondelli

pier vittorio tondelli

come se la solitudine, quella accettata e rielaborata, avesse costruito, nel suo cuore, un atlante di percorsi sbarrati, di strade senza uscita, di sensi unici, di dighe, di barriere antisismiche in modo che qualsiasi sentimento o oggetto nuovo abbia un percorso prestabilito, all’interno, per vagare senza arrecare danno

ordinabile presso

Tags:

sabato 24 dicembre, 2011 22:50:35 angeli feriti qualunque Nessun commento

e non si ferma mai – emily dickinson

pablo picasso

pablo picasso

la speranza è quella cosa con le piume
che perfora l’anima,
e canta una musica senza parole
e non si ferma mai ...>>

Tags: ,

domenica 11 dicembre, 2011 22:13:42 angeli feriti qualunque Nessun commento

c’era un impedimento – costantino kavafis

liu bolin

liu bolin

dalle cose che feci o dissi
non cerchino d’indovinare chi fui.
c’era un impedimento a trasformare
il mio modo di vivere e di agire.
c’era un impedimento che m’interrompeva
molte volte che stavo per parlare.
dalle mie azioni meno appariscenti
e dai miei scritti più velati –
da questo solo mi conosceranno.
anche se forse non varrà la pena
che faccian tanti sforzi per capirmi.
più avanti – in una società perfetta –
apparirà di certo qualcun altro
che mi somigli e come me sia libero

ordinabile presso

Tags: ,

domenica 11 dicembre, 2011 21:58:40 angeli feriti qualunque Nessun commento

questa angoscia che senti – michel houllebecq

jackson pollock

jackson pollock

ho sempre avuto l’impressione
che fossimo vicini, come due frutti
usciti dallo stesso ramo.
il giorno si leva mentre ti scrivo,
il tuono brontola dolcemente,
la giornata sarà piovosa.
ti immagino mentre ti raddrizzi
sul tuo letto.
questa angoscia che senti, io la sento
allo stesso modo. ...>>

Tags: ,

giovedì 8 dicembre, 2011 13:22:25 angeli feriti qualunque Nessun commento

un terribile bisogno – vincent van gogh

vincent van gogh

vincent van gogh

ciò non mi protegge dall’avere un terribile bisogno di – pronuncerò questa parola – religione. allora vado fuori la notte a dipingere le stelle.

ordinabile presso

Tags:

giovedì 8 dicembre, 2011 13:08:51 angeli feriti qualunque Nessun commento

sono vivi, tutti – anne sexton

john everett millais

john everett millais

la città non esiste
se non dove un albero dalle nere chiome scivola
come una donna annegata nel cielo caldo.
la città è silente. la notte in tumulto con undici stelle.
oh stellata notte! e’ così
che voglio morire.

si muove. sono vivi, tutti.
perfino la luna si rigonfia nelle sue catene arancio
per schizzare, come un dio, bambini dal suo occhio. ...>>

Tags: ,

giovedì 8 dicembre, 2011 13:01:02 angeli feriti qualunque Nessun commento

sopravvalutare la capacità di reggere – diego de silva

marina abramovic

marina abramovic

una delle cose che ho capito di recente è che sopravvaluto la mia capacità di reggere l’alcool. e anche il dolore, l’amore, la nostalgia, le punizioni che mi autoinfliggo, le interpretazioni truccate delle cose che mi accadono e di cui mi sforzo di convincermi, l’autocritica e l’eterocritica.

ordinabile presso

Tags: ,

sabato 26 novembre, 2011 12:39:50 angeli feriti qualunque Nessun commento

strada, ancora strada – eugenio montale

graziano spinosi

graziano spinosi

e senti allora, se pure ti ripetono che puoi, fermarti a mezza via o in alto mare, che non c’è sosta per noi, ma strada, ancora strada, e che il cammino è sempre da ricominciare

(da poesie disperse)

ordinabile presso

Tags: ,

sabato 26 novembre, 2011 11:58:14 angeli feriti qualunque Nessun commento

un bisturi, o una motosega – david foster wallace

francesca woodman

francesca woodman

“tu vai pazza per le parole, vero?” – guardò lenore. – “vero che vai pazza per le parole?”
“cioè? che significa?”
“significa che mi dài l’idea di una che va pazza per le parole. o forse pensi che siano loro a essere pazze.”
“in che senso?”
lang guardò nel tavolino di vetro, poi si toccò distrattamente il labbro superiore, con un dito.
“nel senso che le prendi terribilmente sul serio”, – disse. – “tipo come se fossero un bisturi, o una motosega che rischia di tagliarti con la stessa facilità con cui taglia gli alberi.”

ordinabile presso

Tags: ,

martedì 22 novembre, 2011 22:05:58 angeli feriti qualunque Nessun commento

in attesa – thomas stearns eliot

francesca woodman

francesca woodman

tirasti giù la coperta del letto,
giacesti sul dorso, in attesa;
sonnecchiasti osservando la notte che svela
le mille immagini sordide
di cui era composta la tua anima;

io sono mosso da fantasie che s’attorcono
attorno a queste immagini, e s’attardano:
la nozione di qualcosa che è infinitamente
dolce e infinitamente soffre

ordinabile presso

Tags: ,

sabato 19 novembre, 2011 21:55:20 angeli feriti qualunque Nessun commento

mi mangia e mi beve – alejandra pizarnik

francesca woodman

francesca woodman

la poesia che non dico,
quella che non merito.
paura di essere due
sulla via dello specchio:
qualcuno che dorme in me
mi mangia e mi beve

ordinabile presso

Tags: ,

giovedì 17 novembre, 2011 20:10:41 angeli feriti qualunque Nessun commento

strada verso il nulla – luis garcía montero

salvatore marrazzo

salvatore marrazzo

non so mai separarmi da te, rimango sempre
col freddo di qualche parola che non ho detto,
con un malinteso da temere,
quel vuoto di rozza inesistenza
che a volte, goccia a goccia, si trasforma
in disperazione.
mai so separarmi da te, perché non sono
il viaggiatore che passa fra la gente,
quello che va di aeroporto in aeroporto
o quello che guarda le automobili, in senso contrario, ...>>

Tags: ,

martedì 8 novembre, 2011 15:40:59 angeli feriti qualunque Nessun commento