in attesa degli angeli sterminatori – demetrio paparoni

marc quinn

c’è un’opera di marc quinn che più di ogni altra esprime la condizione attuale, l’accumulo di linguaggi diversi e la loro strategia di sopravvivenza, il senso dell’attesa, della catastrofe e della rinascita. ...>>

Tags: ,

venerdì 3 ottobre, 2014 11:16:04 visioni Nessun commento

materials – graziano spinosi | venezia 11.10 > 09.11.2014

materials
graziano spinosi
con testi di raffaele gavarro e stefano benni

inaugurazione: sabato 11 ottobre 2014, ore 18
durata della mostra: 11 ottobre · 9 novembre 2014
orario di apertura: 10,30 · 13,30 – 15,00 · 18,30

galleria santa maria novella venezia | salizada san samuele | san marco, 3216 | venezia |
venezia@santamarianovellave.com | mail@grazianospinosi.com


La Galleria Santa Maria Novella presenta, dal 11 ottobre al 9 novembre 2014, Materials, esposizione di Graziano Spinosi (testi di Raffaele Gavarro e Stefano Benni). Le opere in mostra, scarpe dedicate ad autori della storia dell’arte, della danza e della letteratura, sono state realizzate a Roma, al Pastificio Cerere, dove l’artista ha vissuto e lavorato a lungo. ...>>

Tags: , ,

venerdì 26 settembre, 2014 14:25:57 visioni Nessun commento

non c’è montagna che li meravigli – rainer maria rilke

andré kertész

andré kertész

io temo tanto la parola degli uomini.
dicono sempre tutto così chiaro:
questo si chiama cane e quello casa,
e qui è l’inizio e là è la fine!
e mi spaura il modo, lo schernire per gioco,
che sappian tutto ciò che fu e che sarà;
non c’è montagna che li meravigli; ...>>

Tags: ,

venerdì 19 settembre, 2014 15:11:47 visioni Nessun commento

dipende da un niente – julio cortázar

leonardo da vinci

leonardo da vinci

dipende da un niente, i nervi di un pomeriggio, l’angoscia ...>>

Tags: ,

martedì 16 settembre, 2014 13:59:53 visioni Nessun commento

attraverso questo spazio per la memoria – giorgio diritti

luigi ghirri

luigi ghirri

attraverso questo spazio per la memoria. ci sono cose che si fanno per dare a noi stessi un tempo, un segno: le feste, le celebrazioni, gli anniversari. se c’e’ un segno diventa come un bacio alla stazione, prima di partire, resta! ...>>

Tags: ,

domenica 14 settembre, 2014 15:18:48 silenzi Nessun commento

l’errore, lo sforzo, lo scrupolo, la nera schiena del tempo – javier marìas

roman opalka

roman opalka

…tutto è così anche se ce ne dimentichiamo e non ci pensiamo per rimanere attivi e per continuare ad agire senza sapere, decidere senza sapere e percorrere i passi avvelenati; tutto è così camminare per la strada scelta o salire su una macchina il cui conducente ci invita dal suo sedile tenendo la portiera aperta, volare in aereo o rispondere al telefono, uscire per cena o restare in albergo guardando distrattamente dalla finestra alla ghigliottina, compire gli anni e crescere e continuare a compierne per essere arruolato, fare il gesto di dare un bacio che scatena altri baci che ci faranno fermare e di cui renderemo conto, chiedere o accettare un lavoro, e stare a vedere come il temporale si prepara senza metterci al riparo, bere una birra e guardare le donne sui loro sgabelli davanti a un banco, ...>>

Tags: ,

martedì 15 luglio, 2014 10:11:18 angeli feriti qualunque Nessun commento

di tutte le nostre parole – fabio palombo

fabio palombo

fabio palombo

[...] cosa ne sanno, gli altri, di quello che siamo, se qualche volta non lo sappiamo neanche noi. della fatica, della bellezza, di tutte le nostre parole. e dei silenzi, quei silenzi che ogni volta sono diversi, e non ce ne sono due uguali. cosa ne sanno di come ci siamo raccolti, un giorno, che eravamo all’angolo della vita, ...>>

Tags:

domenica 25 maggio, 2014 12:44:57 respirare Nessun commento

come la gioia – davide rondoni

matt waples

matt waples

come manchi tu
non manca niente
di ciò che ha nome

ma questo silenzio sofferente ...>>

Tags: ,

domenica 25 maggio, 2014 12:24:08 silenzi Nessun commento

la porta senza chiave – czeslaw milosz

gerhard richter

gerhard richter

l’utilità della poesia sta nel ricordare
quanto sia difficile restare la stessa persona ...>>

Tags: ,

domenica 25 maggio, 2014 12:07:50 respirare Nessun commento

la bellezza eterna – yukio mishima

edward hopper

edward hopper

è proprio la bellezza eterna che irrimediabilmente compromette ed avvelena la nostra esistenza. quella effimera,  che la vita ci lascia intravedere, ...>>

Tags: ,

giovedì 5 settembre, 2013 15:56:29 visioni Nessun commento

una sfida e una scommessa – françois cheng

giorgione

giorgione

l’infinito ricercato è esattamente un in-finito. lo spazio vuoto lasciato al termine di un rotolo di pittura serve a indicare proprio questo. questo vuoto animato dal soffio reca in sè un’attesa, un ascolto pronto per accogliere un nuovo avvento annunciatore di una nuova intesa. ...>>

Tags: ,

martedì 16 luglio, 2013 18:04:41 visioni Nessun commento

come certe musiche – alberto savinio

domenico gnoli

domenico gnoli

maria, lei è il mio fantasma continuo. lo sa che questo fenomeno cui lei ha dato luogo, in principio mi spaventava? sì, mi spaventava, perché nuovo per me, insospettato e incredibile. maria, lo sa che certi suoi movimenti del capo, e il suo modo di camminare a testa china, e non solo, ma la riga che le divide i capelli, e l’ombra sotto i suoi sopraccigli e il suo modo scavato di guardare, mi risuonano in testa come certe musiche che non si riescono a dimenticare? ...>>

Tags: ,

lunedì 15 luglio, 2013 12:48:37 visioni Nessun commento

la grande bellezza – paolo sorrentino

è tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore, il silenzio e il sentimento, l’emozione ...>>

Tags:

martedì 2 luglio, 2013 9:17:21 visioni Nessun commento

le foreste dei nostri giorni rinnoveranno le foglie – adonis

henri matisse

henri matisse

certo (questa è una parola che non ho detto – è dettata da lei)
certo, quando ci incontreremo
le foreste dei nostri giorni rinnoveranno le foglie, ...>>

Tags: ,

martedì 2 luglio, 2013 8:58:39 respirare Nessun commento

come una superficie che un battello ferisce – vicente aleixandre

mimmo jodice

mimmo jodice

il tuo cuore gemello del mio,
alta roccia da cui una breve figura
muove le braccia che quasi non vedo, ma che odo;
invisibile punto dove una tosse o un petto ancora anelo
giunge quasi sia l’ombra delle braccia perdute.

il tuo cuore gemello come un uccello in terra,
come la palla in fuga che ha piegato le ali, ...>>

Tags: ,

martedì 2 luglio, 2013 8:45:43 silenzi Nessun commento

dentro qualcosa balla – valerio magrelli

giulio paolini

giulio paolini

amo i gesti imprecisi,
uno che inciampa, l’altro
che fa urtare il bicchiere,
quello che non ricorda, ...>>

Tags: ,

sabato 25 maggio, 2013 19:58:29 respirare Nessun commento

un qualsiasi posto che non è più un qualsiasi posto – paolo ciampi

caspar david friederich

caspar david friederich

provate voi a imbattervi nel cadavere di un morto ammazzato. peggio: provate voi a fare quello che deve essere fatto, che dovrebbe essere fatto, una volta che avete constatato un decesso non proprio naturale. una volta che siete inopinatamente piombati sulla scena del delitto, come alla gente piace chiamare un qualsiasi posto che non è più un qualsiasi posto appena una vittima lo ingombra con la sua presenza. ...>>

Tags: ,

venerdì 10 maggio, 2013 9:32:50 visioni Nessun commento

una tigre al sole – czeslaw milosz

michael bühler-rose

michael bühler-rose

nell’essenza stessa della poesia c’è qualcosa di indecente: si tira fuori qualcosa che neanche sapevamo di avere dentro, ...>>

Tags: ,

venerdì 3 maggio, 2013 14:40:08 visioni Nessun commento

un giorno devi andare – giorgio diritti/fredo valla

io sono scappata dal dolore, ma ovunque io provi a guardare è lì, dentro di me! ...>>

Tags: ,

venerdì 3 maggio, 2013 14:26:50 silenzi Nessun commento

vorrei trovare un altro – jorge luis borges

Tags:

domenica 28 aprile, 2013 23:23:19 respirare Nessun commento

l’altro lato – josé saramago

karl blossfeldt

karl blossfeldt

come saranno le cose quando non le guardiamo? questa domanda, che mi sembra ogni giorno meno assurda, l’ho fatta molte volte da bambino, ma la facevo solo a me stesso, non a genitori o a insegnanti, perché immaginavo che essi avrebbero sorriso della mia ingenuità (o della mia stupidità, secondo un’opinione più radicale) e che mi avrebbero dato l’unica risposta che non mi poteva convincere: “le cose, quando non le guardiamo, sono uguali a quello che sembrano quando stiamo guardando”. ho sempre pensato che le cose, quando restavano da sole, fossero qualcos’altro. ...>>

Tags: ,

domenica 14 aprile, 2013 23:47:33 visioni Nessun commento

guardare e ascoltare – umberto saba

edward hopper

edward hopper

sfuma il turchino in un azzurro tutto
stelle. io siedo alla finestra e guardo. ...>>

Tags: ,

sabato 13 aprile, 2013 21:10:47 silenzi Nessun commento

il giardino è l’anima – james hillman

vincent van gogh

vincent van gogh

il giardino è l’anima [...] noi oggi tendiamo a dimenticare che l’anima non è solo dentro di noi, ma anche fuori di noi. e quando siamo in un giardino, che si tratti di un giardino asiatico o di un giardino alla francese o di qualunque altro tipo di giardino, si manifesta qualcosa dell’anima mundi. l’anima del mondo si rende visibile e, anzi, si mette in mostra. [...] il giardino è la rappresentazione allegorica della nostra psiche. tutto ciò che accade nel giardino suggerisce metafore della nostra vita psichica [...] ...>>

Tags: ,

venerdì 12 aprile, 2013 14:08:12 respirare Nessun commento

l’imperfezione è la cima – yves bonnefoy

man ray

man ray

è vero che occorreva distruggere e distruggere e distruggere,
è vero che la salvezza era a quel prezzo.

devastare il volto nudo che affiora nel marmo
martellare ogni forma ogni bellezza. ...>>

Tags: ,

mercoledì 10 aprile, 2013 21:37:41 silenzi Nessun commento

il riso gli appare a priori sospetto, sconveniente, «inferiore» – fruttero e lucentini

fruttero e lucentini

fruttero e lucentini

poco interessanti catene di cause e effetti terapeutici, dietetici, sociali, politici, tecnologici spiegano l’esponenziale proliferazione della “bêtise”. figlia del progresso, dell’idea di progresso, essa non poteva che espandersi in tutte le direzioni, contagiare tutte le classi, prendere il sopravvento in tutti i rami dell’umana attività. è stato grazie al progresso che il contenibile «stolto» dell’antichità si è tramutato nel prevalente cretino contemporaneo, personaggio a mortalità bassissima la cui forza è dunque in primo luogo brutalmente numerica; ...>>

Tags:

mercoledì 10 aprile, 2013 18:19:34 respirare Nessun commento

siamo stati fatti di luce – eduardo galeano

bill viola

bill viola

veniamo da un uovo più piccolo di una testa di spillo, e viviamo su una pietra che gira intorno a una stella nana e che, contro questa stella, prima o poi, si scontrerà. tuttavia, siamo stati fatti di luce, ...>>

Tags: ,

mercoledì 10 aprile, 2013 17:51:57 respirare Nessun commento

io imparo a vedere – rainer maria rilke

zander olsen

zander olsen

questi sono i rumori. ma c’è, qui, qualcosa di più pauroso: il silenzio. io credo che nei grandi incendi arrivi talvolta un istante così, di estrema tensione, i getti d’acqua ricadono, i pompieri non si arrampicano più, nessuno si muove. senza suono un cornicione nero comincia a muoversi, lassù, e un’alta parete dietro la quale il fuoco si leva furioso si inclina, senza suono. tutti ristanno e con la testa insaccata fra le spalle, i volti tutti raccolti negli occhi, aspettano il colpo terribile. così è qui il silenzio.

io imparo a vedere. non so perché tutto penetra in me più profondo e non rimane là dove, prima, sempre aveva fine e svaniva. ho un luogo interno che non conoscevo. ora tutto va a finire là. non so che cosa vi accada. ...>>

Tags: ,

lunedì 1 aprile, 2013 19:48:28 silenzi Nessun commento

la primavera era primavera – lev n. tolstoj

andrew wyeth

andrew wyeth

per quanto gli uomini si sforzassero, radunandosi a centinaia di migliaia in un posto piccolo, deturpando quella terra sulla quale si eran stretti, per quanto soffocassero la terra di pietre perché niente, in lei, nascesse, ...>>

Tags: ,

giovedì 28 marzo, 2013 22:46:41 respirare Nessun commento

in quella scontrosità avverti la dolcezza – luigi veronelli

luigi veronelli/silvio coppola

luigi veronelli/silvio coppola

in ogni bicchiere di vino l’immagine di una giovane donna giovane giovane di annata pronto subito alla beva profuma di dolci incantamenti il vino liberato di botte ha l’allegria delle ragazze di domenica come dimenticare morbido tenero vellutato diffusa elegante calda vivace amoroso sensuale seduttore frizzica si accompagna fa mostra della veste rosso granata profuma di maliziosa vaniglia lo bacio la bacio sapido acerbo ragazza in fiore primo amore in quella scontrosità avverti la dolcezza ...>>

Tags: ,

giovedì 28 marzo, 2013 10:46:24 visioni Nessun commento

il mondo era tutto verde – nino pedretti

piet mondrian

piet mondrian

al tempo che cadevan le albicocche
il mondo era tutto verde
e noi stavamo sotto una capanna
che era fatta di canne
e di strisce di cielo. ...>>

Tags: ,

giovedì 28 marzo, 2013 9:56:26 visioni Nessun commento

segreta regalità – jean genet/alberto giacometti

alberto giacometti / robert doisneau

alberto giacometti / robert doisneau

la solitudine, come la intendo io non vuol dire affatto condizione miserevole ma piuttosto segreta regalità, ...>>

Tags: ,

venerdì 22 marzo, 2013 18:53:46 silenzi Nessun commento

ascoltare anche ciò che manca – mariangela gualtieri

maurizio nicosia

maurizio nicosia

noi tutti non siamo solo
terrestri. lo si vede da come
fa il nido la ghiandaia
da come il ragno tesse il suo teorema
da come tu sei triste
e non sai perché. noi
nati, noi forse ritornati,
portiamo una mancanza
e ogni voce ha dentro una voce
sepolta, un lamentoso calco di suono ...>>

Tags: ,

venerdì 22 febbraio, 2013 19:47:13 silenzi Nessun commento